L'aia sprofondata

Giannella, lago dell'Accesa
In un podere fu infranto il tabù di non trebbiare nel giorno di Sant'Anna. L'aia fu inghiottita dalla terra in un vortice. Secondo una versione si formò in questo modo il lago dell'Accesa, che nella realtà ha un'origine di tipo carsico. Secondo la leggenda si udirebbero ancora le grida dei lavoratori, i rumori delle macchine, o dei rulli trainati dai buoi,

Piergiorgio Zotti, Valerio Fusi, L'invenzione della Maremma, figurina n. 75, Sant'Anna, Biblioteca Chelliana, Grosseto, 2001.