Il Maggio dell'Olmini

Proposto per la prima volta nel 1981 da Nando Macchi (1929 - 1994) con il Gruppo dell'Olmini, arricchisce la tradizione canora introducendo una nuova tipologia nei canti del maggio con l'accompagnamento vocale a "bei" tipico della montagna amiatina. Di questo maggio è stata trascritta sia la parte cantata che quella strumentale. La fisarmonica solista spezza il canto ogni due strofe. Il testo poetico è di Sergio Lampis.

È ritornato il cucco
torna la rondinella
porta la primavera
la primavera bella.

E con la primavera
tornano i maggiolini
salutano con gioia
con gioia i cittadini.

Ritorna il sol di maggio
a germogli' la gemma
ritorna maggio bello
ritorna qui in Maremma.

E il maggiolino è lieto
e la Maremma in fiore
inneggia il primo maggio
o maggio con amore.

E unitevi con noi
al nostro lieto viaggio
cantiamo tutti insieme
evviva il primo maggio.

Evviva il primo maggio
cantiamo allegri e gai
evviva il primo maggio
e a tutti gli operai.