Stornellate

Nel repertorio popolare non c'erano soltanto testi di storie drammatiche, canti dolorosi sul tema della morte o canti pieni di tenerezza sul tema eterno dell'amore… Le usanze canore della maremmana presentano anche un repertorio ricco di canzoni dal tono canzonatorio e burlesco e la loro circolazione è spesso dovuta alla gente amiatina (monte Amiata e dintorni) che costretti dal bisogno a spostarsi per fare lavori stagionali hanno portato in giro le loro tradizioni interpretando i pezzi musicali con il tipico "canto a bei" che ancora viene mantenuto da " I Cardellini" di Castel del Piano. Questi canti dal tono brioso hanno avuto circolazione frequentemente nelle osterie tanto da essere classificati come canti d'osteria, una vera e propria tipologia riconoscibile e riconosciuta.