Dichiarazione del vecchio

Dichiarazione del vecchioSei bella sei cara quanto mi piaci a me
il mio cuore lo brama di far l'amor con te.
O vecchio vecchio d'anni ottantaquattro
lo vedi già la fossa si prepara
camperai forse tre giorni cor' oggi
e poi per moglie piglierai la bara.
Vergognati sfacciato a chiede amore a me
lo sai la robba vizza non la posso vede'.
 
O cara Lena se mi trovi vizzo
lasciar tu mi dovrai la prima sera
se mi trovi a sede' presto mi rizzo
e sventolar la faccio la tua bandiera.
Di notte di giorno niente ti fo' manca'
avrai 'l maneggio libero e quattrini a volontà.
 
Cosa m'importa a me se tu hai dei fogli
sia da mille e sia da cinquecento
lo voglio un giovanetto che 'un s'imbrogli
e sappia contentarmi ogni momento.
Invece tu sei vecchio mi pare di vede'
arriveresti all'uscio senza fa' 'l tuo dover.
 
 
 
Canto a dialogo uomo - donna. Il testo che proviene dalla Valle dell'Albegna è mancante della prima strofa della quale sono stati conservati soltanto i due versi di ripresa. Il tema è quello del vecchio danaroso che brama di fare l'amore con una donna giovane ricevendone un diniego motivato.