Come la nebbia...

come la nebbiaCanto diffuso nella Valle dell'Albegna è stato ricordato da Vittorio Vergari di Roccalbegna (1909 - 1979). Anche in questo testo dalle note toccanti vibra una melodia ricca di gorgheggi che ricordano il pianto. È la canzone di una madre che intona una sorta di lamento funebre per la perdita del proprio figlio.


Come la nebbia al sole

Come la nebbia al sole
la mia perduta fiamma
la morte ti rapì
mentre chiamavi mamma.

In questo camposanto
quante croci mio Dio!
sotto sta pesa terra
dorme l'idolo mio.

Io vengo al camposanto
dove tu figlio giaci
chi te li renderà
quelle carezze e baci.

Me l'ha rapito il cèlo
me l'ha rapito Dio
voglio mori' con te
voglio morire anch'io.

Non ti vedrò mai più
non ti vedrò giammai
se in cèl non ti rivedrò
saranno pene e guai.

Se l'avessi il coraggio
di potermi ammazzare
lassù nell'alti cèli
io ti verrei a trovare.