A testa bassa

 A testa bassaÈ ancora Vittorio Vergari l'informatore di questo canto che riprende il tema dell'amore e della fedeltà oltre la morte. E l'area di diffusione è quella fortemente conservativa della valle dell'Albegna.


A testa bassa

A testa bassa vestita in nero
mesta e dolente davanti a me passò
varcò la soglia del cimitero
presso 'na tomba s'inginocchiò.

Pianse lung'ora sui duri sassi
poi colse un fiore e se ne partì
abbassò il velo riprese i passi
e tra la folla davanti a me sparì.

Dopo due anni gentile e snella
e sempre in lutto la trovo ancor
l'ho salutata, gli ho detto bella
gli ho detto t'amo, gli ho chiesto amor

che tu se l'angelo dei sogni miei
l'ansia e la speme dei lunghi dì.
E da lei sola, solo da lei
cerco la pace che mi rapì.

M'ha detto senti, m'ha detto ascolta
tardi 'l destino ci ha fatto incontrar
in questo mondo s'ama 'na volta
chi amavo è morto e non so più amar.